Pestato di Zucca con Tartufo in Olio di Semi di Girasole

Ingredienti:

Zucca 80%
Tartufo nero 5%
Olio di semi di girasole
Sale marino
Acidificanti: Acido citrico
Aromi

Formati:
Categoria: Selezione Tartufata

Informazioni aggiuntive

Tartufo Nero
Area di Provenienza della Materia PrimaArea Irpina - Italia
Apporto NutrizionaleTubero ipocalorico (mediamente 30 kcal/100 g) in cui sono rilevanti le qualità organolettiche piuttosto che quelle nutrizionali. Se si esclude la percentuale in peso di acqua (80%), le fibre solubili (8% in peso), restano le proteine (2% in peso), i grassi (4% in peso) ed in ultimo i carboidrati (circa 1% in peso). E’ un alimento ricco in potassio, ma anche altri oligoelementi quali magnesio, ferro, zinco e rame.
L’aroma è generato da una miscela di 16 composti aromatici tra cui spiccano per abbondanza il 2,3 butandione ed il bis– metil tiometano.
Indipendentemente dal mese di raccolta e dalla maturazione, questo mix di sostanze aromatiche conferisce il tipico aroma terroso, di aglio e di frutti esotici.
Periodo di TrasformazioneTrattandosi di un prodotto disponibile anche come surgelato, il periodo di disponibilità è annuale.
CuriositàIl termine tartufo deriva dalla resa volgare del latino terrae tufer, ossia sporgenza della terra, divenuto ‘’territufru‘’ ed in ultimo tartufo.
L’aroma caratteristico è creato anche dalla presenza dell’ androsterolo, un feromone tipico dei maiali maschi ed è questo il motivo per cui per anni si è ricorso alle scrofe per la ricerca di tale tubero.
Zucca
Area di Provenienza della Materia PrimaTerritorio Campano - Italia
Apporto NutrizionaleOrtaggio povero di calorie (il 90% in peso è acqua), con elevato contenuto in nutrienti. E’ ricco in caroteni, noti per la funzione antiossidante, ma anche di oligoelementi quali calcio, ferro, potassio, sodio, magnesio, fosforo.
I semi contengono cucurbitina, un amminoacido avente proprietà antinfiammatorie note. E’ un alimento con bassissimo contenuto in acidi grassi e sodio, ha un buon contenuto in fibre insolubili mentre l’ ortaggio fresco è un’ ottima fonte di vitamina E, ma anche di tiamina, niacina, vitamina B6 e acido folico. Il contenuto in vitamina C non è secondario.
Periodo di TrasformazioneDalla Settembre a Novembre
CuriositàIn italiano il termine ‘’zucca’’ deriva dal latino tardo ‘’cucutia‘’ divenuto poi (cu)zucca. Al tempo dei Romani la zucca, una volta svuotata della polpa, veniva essiccata per essere adoperata come contenitore per solidi o liquidi.